In questa amara serata per la Juventus, sconfitta per 2-1 dal Porto nell’andata degli ottavi di finale di Champions League (ma ci sono tutti i margini per recuperare l’incontro, giocando come a sprazzi nel secondo tempo), gli appassionati di calcio tricolore saranno rimasti colpiti dall’ingresso in campo di Francisco Conceiçao.

Nella squadra allenata da Sergio Conceiçao, a meno di 10′ dal termine è entrato Francisco – detto Chico.

Nato a Coimbra il 14 dicembre del 2002, è il quarto figlio dell’ex calciatore della nazionale portoghese, di Lazio, Parma e Inter in Italia e attuale allenatore dei Dragoes Sergio Conceiçao.

I fratelli maggiori – il classe ’96 Sergio e il classe 2000 Rodrigo – sono calciatori professionisti, ma militano rispettivamente nell’Estrela Amadora e nel Porto B (in terza e seconda divisione lusitana).

Nelle giovanili del Porto dal 2018, Chico ha esordito appena quattro giorno nella massima serie portoghese nel 2-2 contro il Boavista (rendendosi anche molto pericoloso, mettendo lo zampino nella rete poi annullata del 3-2 per i suoi).

Gioca esterno destro come il padre, ma è mancino.

E’ brevilineo (è alto 170 centimetri) e pare promettere bene, a giudicare dai video che mostrano le skills del figlio d’arte: capacità di saltare l’uomo, velocità, senso della porta e, soprattutto, un piede sinistro estremamente educato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *